Laboratorio di Paleoantropologia

Il laboratorio di paleoantropologia si occupa dello studio dell’evoluzione umana, in particolare dai primi abitanti dell’Europa nel Paleolitico inferiore fino all’arrivo degli uomini moderni nel Paleolitico superiore, passando per l’Uomo di Neanderthal.

Gli approcci di studio sono numerosi ma sempre basati su una combinazione di metodologie tradizionali (descrizioni macroscopiche di tratti morfologici e misurazioni lineari con strumenti  tipo calibro) ed innovative (modelli tridimensionali dei reperti ossei acquisiti tramite uno scanner di superficie del laboratorio 3D dell’UNIFE o tramite microtomografie).

Il principale approccio utilizzato per l’indagine dei resti umani si basa sulla morfometria geometrica ovvero sullo studio delle differenze in termine di forma. Questo approccio si basa sullo studio delle differenze nella distribuzione di punti omologhi (landmark) posizionati sulla parte scheletrica oggetto dell’indagine.

Inoltre, il laboratorio è dotato di numerosi calchi di reperti fossili importanti per la didattica.